Fonseca: “Mirante non giocherà, Mkhitaryan si. Dzeko? Vediamo la prossima settimana. Ci sono state tante speculazioni alle quali non voglio contribuire” – VIDEO

Paulo Fonseca, allenatore della Roma, è intervenuto in conferenza stampa alla vigilia della partita contro il Verona. Queste le sue parole:

Mirante e Mkhitaryan titolari?

Mirante no, Mkhitaryan si. Tornerà a giocare titolare.

Quando tornerà ad utilizzare Dzeko in gruppo? Quando pensa che la situazione tornerà a normalizzarsi?

Capisco la vostra curiosità, ma non voglio parlare adesso di questo tema. Vediamo la prossima settimana.

Da qui a fine stagione il capitano sarà Pellegrini?

Non è tempo di parlare nemmeno di questo. Dobbiamo essere focalizzati sulla partita di domani, che sarà difficile.

Lei è pronto a confrontarsi con Dzeko per trovare una soluzione per farlo giocare?

Ci sono state tante speculazioni alle quali non voglio contribuire. Bisogna pensare alla partita, sarà importante vincere. Il Verona è una grande squadra.

Come ha vissuto la squadra la vicenda Dzeko? Pensa che possa aver destabilizzato il gruppo?

Non ho bisogno di parlarne. Possiamo invece vedere come la squadra ha giocato con lo Spezia.

Il Verona ha la miglior difesa, ma concede tanto. Ha il portiere più forte del campionato?

Non dipende da un solo calciatore questi numeri. Mostrano che sono la miglior squadra a difendere in questo momento. Hanno un modo diverso, ma sono molto forti in quel reparto. E’ una squadra che marca a uomo, ma con questo modo sono molto forti e non ti lasciano giocare.

El Shaarawy determinerà una partenza last minute di Carles Perez? Come mai lo spagnolo non riesce ancora a esprimersi al meglio?

Non possiamo dimenticare che Perez è un giovane in crescita, sta lavorando, ha giocato bene e crediamo in lui. Deve continuare a lavorare così.

Ad oggi Mayoral sarebbe in ogni caso il titolare?

Sono molto soddisfatto del suo rendimento, sta giocando bene e sta lavorando bene per la squadra. Non dobbiamo dimenticare che pure lui è un giovane, da poco arrivato in Italia. E’ difficile per un giovane come lui avere questi numeri, ma è in un buon momento.

Che cosa può aggiungere El Shaarawy alla Roma?

Si adatterà subito al nostro sistema. E’ un calciatore che conosce bene il calcio italiano ed è importante. Ha caratteristiche che possono aiutare la squadra. Poi ha la voglia di tornare alla Roma. E’ una cosa molto importante da capire quando un allenatore sente un giocatore.

E’ una possibilità quella di vedere Kumbulla dal 1′?

E’ sempre una possibilità.

Sul calcio uomo contro uomo…

Ho studiato il Verona, non abbiamo molte squadre in Europa che giocano questo tipo di calcio. Juric è molto bravo e sta facendo un gran lavoro, i giocatori credono in questo modo di giocare, sono molto forti.

Sui risultati dell’Hellas contro le big…

Giocare contro queste squadre è difficile, hanno sempre intenzione di attaccare. Per le big è difficile affrontarli perchè ti costringono a cambiare modo di giocare nel corso del match.

I cambi incideranno sulla partita in vista della partita con la Juventus?

Ora mi interessa la partita di domani, poi penseremo alla Juventus.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE

I più letti

CLASSIFICA SERIE A