El Shaarawy: “Abbiamo vinto con le unghie e con i denti, siamo stati cattivi come voleva il mister. Un grande onore indossare la fascia”

di Redazione

Stephan El Shaarawy, attaccante della Roma, al termine della gara contro l’Empoli ha rilasciato alcune dichiarazioni. Queste le sue parole:

EL SHAARAWY A ROMA TV

Vittoria che dà morale…
Sì, era un successo che contava a prescindere dalla sofferenza e dalla fatica fatta. L’abbiamo vinta con le unghie e con i denti e siamo contenti della tenacia avuta, è quello che ci ha chiesto il mister, di essere cattivi.

Var per una volta in aiuto…
Va usato, per fortuna l’hanno usato bene. Ci portiamo a casa i 3 punti, importanti per la classifica e per le prossime partite. Abbiamo cambiato sistema di gioco ma ci siamo adattati, quindi siamo soddisfatti e dobbiamo andare avanti.

Andavi sempre a occupare la zona centrale dell’area…
Quando arrivava palla al terzino cercavamo con due attaccanti di trovare spazio. Dietro Patrik ci sono stato anche io, alcune volte l’abbiamo fatto bene in altre dobbiamo migliorare. Ora ci prendiamo la vittoria e poi in settimana cercheremo di analizzare tutto per fare meglio.

Ti dona la fascia da capitano…
Dopo 3 anni qua mi sento diverso e importante, ma l’ho presa in prestito ma è stato un onore indossarla.

L’espulsione di Florenzi?
Si era tolto, non penso l’abbia toccato. Quel secondo episodio dispiace, ma non deve abbattersi. Deve reagire così come hanno fatto tanti ragazzi che non hanno vissuto un bel periodo, ma stavolta non è neanche colpa sua.

EL SHAARAWY A SKY

Alla fine eravate in 10, tanta sofferenza…
Abbiamo portato a casa una partita veramente difficile ma i 3 punti erano quello che contava. Sono stati tre punti meritati e importanti.

Il tuo un gol bellissimo…
Sì gol importante per me, per la continuità che sto avendo, ma soprattutto per la squadra.

Avete bisogno di adattarvi ai nuovi schemi di Ranieri?
Sì ci sta chiedendo nuove cose in un modulo che non facciamo da due anni a questa parte. Abbiamo fatto buone cose altre un po’ meno in fase di possesso. Dobbiamo affrontare ogni partita con grande tenacia.

Che effetto ti ha fatto essere capitano?
E’ stato un grande onore anche se solo per 10 minuti. E’ stata una grande vittoria e sono contento.