Il Tempo (G.Giubilo) – Dal bianco delle nevi che ha regalato all’Italia tanti sorrisi, si ritorna al verde dei campi di calcio, nella speranza che la lunga sosta non abbia prodotto effetti negativi. La domenica regala il proscenio a una sfida da vertice soltanto a metà inattesa. Perché il Napoli ha da difendere una posizione di prestigio, ma ha di fronte una rivale imprevista nell’Atalanta di Gasperini, che potrebbe mettere in pericolo il fresco primato di Sarri: le ambizioni scudetto di quest’ultimo si dovranno misurare con la voglia dei bergamaschi di stupire. Clima diverso nell’altra grande sfida domenicale, dove sono chiamati a riscattare passi falsi non previsti squadre in parte deludenti come l’Inter e la Roma, dove l’obiettivo è dimenticare gli stenti dell’ultimo mese. Un impegno complesso per i giallorossi, perché il viaggio nella Milano nerazzurra minaccia l’arrivo di una crisi accentuata anche da qualche episodio poco gradevole come l’estemporanea uscita di Nainggolan.

Le insistenti voci di mercato potrebbero portare ulteriori distrazioni, nonostante le rassicurazioni che Monchi ha voluto distribuire in prima persona. Non se la passa molto meglio Spalletti, che nel mese di dicembre ha dovuto affrontare un’imprevista crisi di gioco e risultati, causa del riscoperto nervosismo del tecnico. E dunque, la sfida più attesa diventa quella tra Atalanta e Napoli, mentre la Juventus dovrà aspettare un giorno in più per rimettersi a sua volta in carreggiata. Nello strano posticipo del lunedì sera, i bianconeri di Allegri dovrebbero avere vita facile contro un non irresistibile Genoa. Calendario favorevole, almeno sulla carta, anche per la Lazio contro il Chievo.