Rüdiger: “E’ prematuro parlare di scudetto. Se si subisce una rete la responsabilità è di tutti”

rudiger

Il difensore della Roma, Antonio Rüdiger, ha rilasciato un’intervista a Il Corriere dello Sport; queste alcune delle dichiarazioni del francese:

«Parlare di scudetto adesso è prematuro. Siamo a novembre e ci sono ancora tante partite da giocare. Il nostro primo pensiero in questo momento deve essere quello di migliorare e di conquistare più punti possibili» 

«Il campionato è molto equilibrato e ci sono tante squadre forti. Basta dare un’occhiata alla classifica per capire che può succedere di tutto. Ci sono almeno 5-6 squadre che possono lottare per lo scudetto».

«In Italia la tattica è fondamentale e le squadre sono meno aperte e spregiudicate rispetto alla Bundesliga – continua -. Mi sto adattando a un modo di difendere che è diverso rispetto a quello a cui ero abituato». 

Rüdiger tocca poi l’argomento difesa, in particolare i tanti gol subiti in questo scorcio di stagione dai giallorossi: «Quando si parla di difesa, spesso ci si dimentica che non si difende solo in tre o in quattro, ma che tutti danno una mano, dai centrocampisti agli attaccanti. Se si subisce una rete la responsabilità è di tutti. Per vincere il campionato è necessario segnare tanto, ma anche subire poche reti. Lo sappiamo tutti e stiamo lavorando con questo obiettivo».

Il numero 2 giallorosso parla poi dell’assenza di Mohamed Salah: «E’ un giocatore importante, ma la Roma ha una squadra composta da tanti ottimi calciatori e Salah è solo uno di questi. Speriamo che torni presto, ma sono convinto che gli altri non faranno sentire la sua assenza»Infine, una battuta su capitano Totti: «E’ un grande ed è un piacere averlo come compagno».

PER APPROFONDIRE LEGGI ANCHE

I più letti

CLASSIFICA SERIE A