Il Pietrangeli come l’Olimpico. C’è il Totti show

tennis-internazionali-totti kyrgios

La Gazzetta dello Sport (D.Stoppini) – Duecento metri dal giardino di tutte le domeniche, da 23 anni a questa parte. Terra rossa e non erba, ma Francesco Totti è sempre e comunque one­man­show, sul Pietrangeli stracolmo di gente come all’Olimpico. E che cosa serve, per essere così? «Ce vole un po’ de c…», di­ ce lui mentre corre dietro a una pallina con il microfono attaccato alla bocca. Risposta alla romana, mentre il comico Max Giusti gli chiedeva quale fosse la ricetta, come fosse possibile che un calciatore presente in un videogame del 1996 fosse ancora in grado di segnare gol veri, mica chiacchiere. Di segnare e pure di giocare a tennis, l’altra passione sportiva del capitano della Roma, con recenti deviazioni sul paddle. S’è visto pure in campo, in «Tennis with stars», la serata benefica organizzata da Roma Cares: il ricavato dell’evento finirà alla Comunità di Sant’Egidio, pronta ad ospi­tare famiglie di alcuni rifugiati siriani.

DOPPI MISTI – Non c’era l’annunciato Roger Federer ma l’australiano Nick Kyrgios, insieme a molti azzurri: Marco Cecchinato, Paolo Lorenzi, Andrea Seppi, Filippo Volandri, Francesca Schiavone, Roberta Vinci, Flavia Pennetta e quel Fabio Fognini che neppure un’ora prima aveva perso contro Garcia-­Lopez. Totti l’ha preso in giro, Fabio è stato al gioco, come quando dopo un errore gli ha detto: «Oh, parevi quello di oggi pomeriggio…». Di là i tennisti, di qua con Totti c’erano Pjanic, Florenzi, Dzeko, Zukanovic, De Rossi ed El Shaarawy. E via a un mini torneo di doppio misto: Totti con Kyrgios, Pennetta con El Shaarawy, De Rossi con Schiavone, Vinci con Dzeko e Florenzi con Fognini, i vincitori in fina­le contro Cecchinato e Pjanic. Ma anche quando non giocava, il Pietrangeli tifava Totti: «C’è solo un capitano» il coro. E lui ha fatto il comico: «Continua a giocare, sennò mi rubi il posto», gli ha detto Max Giusti. Risate. Come quando ha commentato il dritto tutto particolare di Stephan El Shaarawy: «Ma che hai, una padella?». Flash sparsi: Zukanovic in campo con una fascia in testa che sembrava Pat Cash, El Shaarawy con un colpo a metà tra uno smash e una volée alta non ancora coperto dai copyright tennistici, Dzeko non esattamente a suo agio, Florenzi e Fognini che giocavano a fare il verso agli Splash Brothers di Golden State. Divertito De Rossi, che dopo uno scatto ha sussurrato: «Qui è come la domenica…io corro e gli altri si divertono». Si è divertito Giovanni Malagò, presente a bordo campo. Come pure un impaziente Cristian Totti: Volandri a un certo punto se n’è accorto e gli ha lasciato il posto in campo. Totti senior, intanto, continuava lo show: «Mettiti uno sgabello sotto», ha urlato a Florenzi all’ennesimo servizio sballato. Florenzi che ha provato pure a vendicarsi, dopo una palla non recuperata dal capitano: «Una volta la prendevi…». «Ma Francesco è bravo con la racchetta quasi come con i piedi», ha sentenziato il d.g. della Roma Mauro Baldissoni. Benedizione a un rinnovo che s’ha da fare.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE

I più letti

CLASSIFICA

# Squadra PG V P S GF Pts.
1 Milan 17 12 4 1 37 40
2 Inter Milan 17 11 4 2 43 37
3 Roma 18 10 4 4 37 34
4 Juventus 16 9 6 1 35 33
5 Atalanta 16 9 4 3 40 31
6 SSC Napoli 16 10 1 5 34 31
7 Lazio 18 9 4 5 30 31
8 Sassuolo 17 8 5 4 30 29
9 Hellas Verona 17 7 6 4 22 27
10 Benevento 17 6 3 8 20 21
11 Sampdoria 17 6 2 9 26 20
12 Fiorentina 17 4 6 7 18 18
13 Bologna 17 4 5 8 23 17
14 Spezia 17 4 5 8 23 17
15 Udinese 16 4 4 8 18 16
16 Cagliari 17 3 5 9 23 14
17 Genoa 17 3 5 9 18 14
18 Torino 17 2 6 9 26 12
19 Parma 17 2 6 9 13 12
20 Crotone 17 2 3 12 17 9