Perotti: “Non siamo stati fortunati con i tre pali e il rigore netto non fischiato. Di più credo che non avremmo potuto fare” – VIDEO

di Redazione

Diego Perotti, attaccante della Roma,  ha rilasciato alcune dichiarazioni al termine della partita persa 3-1 contro l’Inter. Queste le sue parole:

PEROTTI IN ZONA MISTA

Gli ultimi 20 minuti?
Quando prendi tre pali, la palla non entra, non ti fischiano un rigore e poi pareggiano. Noi dobbiamo migliorare quello, loro sono stati cattivi a fare gol, non abbiamo avuto fortuna, prendere tre pali non è normale. Se giochiamo così non perderemo punti.

A che punto siete?
Abbiamo fatto un passo in avanti rispetto all’Atalanta. Lì non abbiamo fatto bene, ma abbiamo vinto. Oggi abbiamo fatto bene ed abbiamo perso. Il calcio non è solo prestazione, ma anche se la palla entra o non entra. Fisicamente e calcisticamente stiamo bene ed abbiamo giocato contro una squadra forte. Se giochiamo così non perderemo tanti punti.

Nell’azione del rigore cos’è successo?
Era rigore.

L’arbitro cosa vi ha detto?
Penso che gli abbiano detto al microfono che era calcio d’angolo, quindi la palla la prendo io. Era rimessa dal fondo, non angolo. L’abbiamo visto tutti, c’era rigore e non hanno fischiato, non possiamo fare niente.

Di Francesco era più arrabbiato o dispiaciuto per la sconfitta?
Tu che pensi? Noi tutti siamo arrabbiati e dispiaciuti. Non la meritavamo, abbiamo fatto un buon primo tempo e 15/20 minuti di alto livello. Loro poi hanno palleggiato meglio e noi ci siamo alzati di più. Gli abbiamo dato quella piccola fiducia nel trovare il pareggio e poi quando uno cerca di fare gol è normale che dietro lasci un po’ di spazio e se ne sono approfittati.

Quanto manca per assorbire i dettami tattici del mister?
Oggi abbiamo perso e si pensa che non lo abbiamo fatto bene. Lo abbiamo fatto meglio che contro l’Atalanta che abbiamo battuto. Abbiamo fatto un passo in avanti. Sicuramente c’è da migliorare, ora c’è la sosta ed abbiamo tempo per riposare e pensare alla Sampdoria.

PEROTTI A ROMA TV

Come si commenta questa sconfitta?
Si commenta solo quando la palla va dentro. Non abbiamo avuto questa fortuna con i tre pali che abbiamo colpito, non hanno dato un rigore netto. Di più credo che non avremmo potuto fare, poi loro sono l’Inter e l’hanno buttata dentro.

Il fallo su di te in area di rigore sembrava netto…
Si, stavo guardando adesso. Posso capire che l’arbitro non possa vedere ma chi guarda da dentro mi sembra strano che poi abbiano dato l’angolo, che non c’era neanche. Penso che si debba migliorare tutti, sia la tecnologia che quelli che fischiano.

La squadra ha mostrato di star bene…
Questo è il calcio, a Bergamo non abbiamo fatto bene vincendo con un tiro in porta. Oggi siamo stati bene in campo e pericolosi, prendendo 3 pali ma torniamo con 0 punti. Questo è il brutto del calcio, ci siamo scontrati con una squadra forte e l’abbiamo fatto bene ma sicuramente dobbiamo migliorare ancora tante cose.

Qualche problema in fase difensiva?
Non dico che abbiamo fatto la partita perfetta ma se facciamo il 2-0, o col rigore o col palo che prendo io, parleremmo di un’altra gara. Poi è vero che abbiamo preso 3 gol ma non è colpa dei difensori, qua vinciamo e perdiamo tutti assieme. C’è da lavorare, oggi siamo andati meglio rispetto Bergamo ma non è stato sufficiente quindi dopo la sosta bisogna ricominciare subito perché manca tanto.

Avete messo in campo cose importanti…
Sono sicuro che se giochiamo tutte le gare così non perderemo tante volte. Non è normale non fare gol quando ci si arriva così vicino, penso che normalmente questa partita si vince. Oggi era importante vincere ma adesso brucia perché c’è la sosta e manca tanto per ricominciare. In una settimana siamo migliorati quindi penso che questo sia il cammino da seguire, così arriveranno i punti.

 

PEROTTI A SKY SPORT

Il cedimento finale vi preoccupa?
No, penso che se ci danno quel rigore e facciamo il due a zero la partita finisce.

Il cedimento rimane però…
Sì, ma sono l’Inter non una squadra di Serie C. Giocano bene, hanno giocatori forti che hanno fatto gol, noi non siamo stati fortunati. Non è normale prendere tre pali e non avere un rigore con al tecnologia di adesso.

Ti aspettavi il rigore?
Tu no? Non è neanche calcio d’angolo, è brutto che sbagliano anche guardando la partita in tranquillità in un ufficio con 3-4 tv. Bastava vederlo una volta per capire, ma va bene così.

A che punto sono gli automatismi?
Siamo migliorati rispetto all’Atalanta, i movimenti andranno meglio quando giocheremo più partite. Non è facile cambiare sistema di gioco, specialmente per me a cui è sempre piaciuto stare sull’esterno e non tagliare all’interno. Lo sto provando e ai trovo più vicino ai compagni e alla porta, penso che sarà meglio per me e la squadra.

Com’è questa squadra?
Io sto sempre nella squadra più forte al mondo, ho i compagni e l’allenatore migliore. Questa è una squadra che lotterà fino alla fine, lo abbiamo dimostrato anche oggi per 70 minuti contro l’inter. Il calcio è così, a Bergamo abbiamo vinto con un tiro, oggi preso tre pali e perso.

Icardi?
E’ fortissimo, è il nove che si muove bene senza palla e dentro l’area è cattivo e fa gol.

E’ lontano da Higuain?
E’ giovane e ha tempo, ma da due anni è capitano dell’Inter, non è una casualità. Ha sempre segnato tanti gol, anche se l’inter l’anno scorso non è andato bene è andato in doppia cifra.

PEROTTI ALLA RAI

L’episodio sul fallo? 
Spero che qualcuno esca e parli e dica perché non ha fischiato il rigore. Posso capire che l’arbitro non lo veda, ma non capisco perché non glielo abbiano detto da dentro. Penso sia colpo loro non dell’arbitro. Fa rabbia aver preso tre pali, sarebbe cambiata la partita. Prendere tre gol negli ultimi 20 minuti non fa piacere, ma siamo una grande squadra e c’è stata una crescita rispetto alla prima partita, dobbiamo ancora migliorare.