Il Tornatora

Intrigo Barella. Tempo di scelte

di Redazione

L’intrigo Nicolò Barella si sposta oggi nella sede della Lega, dove il presidente del Cagliari Tommaso Giulini, l’ad dell’Inter Beppe Marotta e l’ad della Roma Guido Fienga saranno presenti all’assemblea delle società di Serie A. I tre club avranno quindi modo, durante le pause dei lavori, di potersi incrociare e chissà… Quello di Barella è diventato un vero e proprio giallo, dove però si possono individuare alcuni punti certi. Il primo: Giulini ha trovato un accordo per cedere il centrocampista alla Roma per una valutazione di 50 milioni (35 milioni cash più il cartellino di Defrel, valutato 15 milioni). Manca però ancora l’ok del trasferimento nella Capitale di Barella. L’altro punto è l’ok che il centrocampista della Nazionale ha dato al trasferimento in neroazzurro. L’accordo è sia di natura economica (quinquennale da 2,5 milioni più bonus), sia tecnico. Il gioiellino cagliaritano ha sposato il progetto interista soprattutto grazie alla presenza di Antonio Conte. L’agente di Barella, Beltrami, a breve avrà un incontro con la Roma. A Trigoria sono convinti che riusciranno a convincere Barella a dare l’ok per il trasferimento in giallorosso. A Milano invece sono certi che Barella terrà fede alla parola data. L’Inter pare avere due sole possibilità: o rilanciare e si avvicina ai 50 milioni proposti dai giallorossi, oppure continua a puntare sulla volontà del giocatore. Giulini invece, se Barella rifiuterà la Roma, è pronto anche a tenerlo un altro anno ancora. Lo riporta il Corriere dello Sport.