Douglas Costa

Chiusa la parentesi delle comproprietà con un attivo di 5 milioni, Sabatini può ora dedicarsi al mercato vero e proprio. Obiettivi principali, un terzino sinistro e un attaccante esterno mancino. Su quest’ultimo profilo ci sarà da lavorare molto, visto che sui giocatori seguiti da tempo dalla Roma, si sono portate ora altre temibili concorrenti. E’ il caso di Juan Iturbe, che la Roma segue ormai da un anno e che ora è finito nel mirino di Juventus e Milan. La società scaligera chiede 30 milioni cash e Sabatini ha avuto l’assicurazione che la Roma sarà informata di qualsiasi novità sulle eventuali offerte altrui.

 

Nel frattempo Douglas Costa ha lanciato un chiaro segnale: non si è presentato al ritiro austriaco dello Shakhtar Donetsk. Confermata quindi l’indiscrezione secondo cui il ragazzo vuole lasciare l’Ucraina, nonostante il recente rinnovo del contratto. Sabatini lo aveva seguito e chiesto due anni fa, il giocatore si è messo automaticamente sul mercato e la Roma sarebbe per lui una destinazione gradita. Il profilo è quello giusto, mancino, tecnico, veloce. Una possibile strada alternativa nel caso Iturbe diventasse irraggiungibile.

 

Sullo sfondo restano Cuadrado (ma anche per lui si profila un’asta) e Cerci, su cui peserà sicuramente l’esito finale della spedizione azzurra in Brasile. Kalou e Aubameyang altre possibilità. Per il ruolo di terzino si valuta Adriano, con Santon e Gabriel Silva come alternative.