Il Tornatora

Zeman: “Totti ha fatto bene a lasciare la Roma. Mi piacerebbe allenare la Lazio”

di Redazione

Zdenek Zeman, ex allenatore della Roma, ha rilasciato un’intervista a Il Giornale, nella quale ha parlato anche di diversi temi vicini all’ambiente giallorosso. Queste le sue parole:

Di Fonseca, nuovo tecnico della Roma, che referenze ha?
In questo periodo è complicato da valutare. Bisogna innanzitutto vedere se riesce a costruire la squadra oppure gliela stanno costruendo gli altri. Non mi fido di quello che leggo perché ai primi d’agosto sono tutti convinti di aver lavorato bene e di poter vincere. poi arriva il campionato e si ascolta un’altra musica.

A proposito di Roma, che effetto le ha fatto l’addio, polemico il giusto, di Francesco Totti?
Sono rimasto molto dispiaciuto perché si è trattato di uno che ha vissuto una vita nella Roma e ne ha scritto le pagine più esaltanti. Mi viene perciò da pensare che, tutto sommato, ha fatto anche bene visto che non poteva decidere, non poteva incidere e in pratica si sentiva inutile.

Stesso destino è capitato a De Rossi…
Hanno avuto la stessa storia più che lo stesso destino. Con una differenza che non possiamo dimenticare. De Rossi ha avuto problemi fisici: nell’ultimo torneo ha giocato poco. Perciò credo che la società l’abbia lasciato partire. Di sicuro la sua assenza peserà nello spogliatoio perché lì De Rossi era una risorsa formidabile.

Dica la verità Zeman: c’è qualche squadra che le piacerebbe allenare oggi?
La Lazio.

Perché mai?
Perché ha un gruppo composto da calciatori non famosi, non strapagati, da formare. E io in queste condizioni riesco a dare il meglio.