Youth League, la Roma Primavera vince 1-0 sul Bayern Monaco. De Rossi: “Successo meritato”

di Redazione

adamo_primavera00

Nella 3ª giornata del Gruppo E della fase a gironi della UEFA Youth League la Roma del tecnico Alberto De Rossi vince per 1-0 contro il Bayern München del tecnico Heiko Vogel. Decisivo il dopo appena cinque minuti di Matteo Adamo. A punteggio pieno il Manchester City, che ha centrato la terza vittoria in altrettante gare battendo il CSKA per 2-0. La classifica vede gli inglesi al comando con 9 punti, seguiti dai giallorossi a 6, quindi i russi a 3 e i tedeschi a 0.

Queste le parole di De Rossi a Roma Tv al termine del match:
Vittoria sofferta? La caratteristica di questa gara è venuta fuori come sapevamo, il possesso palla del Bayern e qualche gol di troppo che ci siamo mangiati. Loro muovono otto giocatori nella metà campo opposta, giocano tutti orientati a fare gol. L’avevamo preparata per ripartire, ma c’è mancato qualcosa sottoporta. Pur riconoscendo i grandissimi meriti della squadra, potevamo segnare ancora. Il pressing alto? Siamo partiti alti perché sapevamo che il loro palleggio può non essere precisissimo, la squadra è stata molto aggressiva. Impossibile farlo per tutta la gara, poi siamo arretrati sia per nostra volontà che per il loro possesso palla. Credo che alla fine sia una vittoria meritata per le occasioni create. La classifica? Peccato per quella sconfitta che poteva non essere tale. Avevamo un’altra classifica. Ci può stare, ci teniamo, è tutto molto aperto, abbiamo un piccolo vantaggio e ora dobbiamo essere concentratissimi sul ritorno a Monaco, questa gara potrebbe essere determinante. Ora riposiamoci, darò un giorno di riposo ai ragazzi, giovedì subito sotto con il campionato perché ci aspettano quattro trasferte consecutive. Dobbiamo essere freschi, riposati, attenti e più cattivi. Reazione della squadra contro la massima spinta del Bayern? Mi è piaciuto molto come ha sofferto la squadra, soprattutto quando sei stanco e hai dei palleggiatori davanti e non riesci più ad accorciare. E’ stata una prestazione eccezionale sotto il profilo nervoso, avevamo qualche giocatore con i crampi. Se la sono meritata tutta, mi piace sottolineare che la squadra ha imparato a soffrire e ad andare sotto e ribaltare. In un momento di grande difficoltà è rimasta compatta“.
Queste invece le dichiarazioni di D’Urso:
E’ stato il mio esordio con la Primavera, un buon esordio. Soprattutto nel primo tempo abbiamo giocato bene, loro erano una squadra di blasone, hanno 0 punti nel girone ma non l’hanno dimostrato. Ce la siamo battuta fino alla fine e vinto meritatamente. Cosa mi ha chiesto il mister? Ci ha preparato sulle palle da fermo, importantissime, ognuno aveva la sua posizione e l’abbiamo rispettata a dovere. Dovevamo verticalizzare sugli attaccanti. Il ruolo di intermedio? Una posizione che mi piace tantissimo, ho fatto diversi ruoli, esterno, interno, e devo dire che mi sto adattando bene e spero di fare sempre meglio. La qualificazione? E’ ancora tutto aperto, con questa vittoria abbiamo ipotecato una parte del passaggio del turno, ce la giochiamo e vincendo abbiamo buone possibilità. Dovevamo partire andandoli ad attaccare alti, alla fine del primo tempo ci siamo accorti che loro ruotavano e il mister ci ha detto di arretrare il pressing nella nostra metà campo“.
Arriva anche il commento Calabresi:
Ho preso una botta in Serbia, 5-6 giorni fa sono tornato e abbiamo trovato una lesione diretta, niente di grave. Ci tenevo a giocare, conoscevo l’importantza della gara. Siamo riusciti a vincere soffrendo, sono molto contento. Cosa dirò a Marchizza? E’ stato strepitoso, non era per niente facile entrare in questa gara. Due anni fa ho fatto la primavera sotto età, vi assicuro che essere più piccoli non è facile per niente. Gli farò i complimenti e di continuare così. Pochi gol segnati? Purtroppo abbiamo avuto tante occasioni, seppur in contropiede, siamo abituati a fare la partita ma abbiamo incontrato una squadra più forte sul possesso. Siamo ripartiti in contropiede ottimamente, può capitare di sbagliare. Ci prendiamo i tre punti. Pantovic? Un ottimo giocatore, ma i mister avevano studiato la squadra. Mi trovo molto bene con Capradossi, il reparto difensivo è avvantaggiato dall’esperienza in nazionale o per aver bruciato le tappe. Cerchiamo di fare il nostro meglio, stiamo facendo bene. Il gruppo è unito, riusciamo tutti insieme a far bene, a essere uniti, a soffrire e superare le difficoltà come successo sabato. Perdevamo e abbiamo cambiato la partita grazie ai subentri, i risultati vengono proprio per questo motivo“.

TABELLINO

UEFA Youth League – Fase a gironi – Gruppo E – 3ª Giornata

Martedì 21 Ottobre 2014 – ore 12:00
Centro Sportivo “Fulvio Bernardini”, Campo “Agostino Di Bartolomei” di Trigoria (RM)

AS ROMA (4-3-3) : Marchegiani; Paolelli, Capradossi, Calabresi (68′ Marchizza), Anočić; D’Urso, Pellegrini (C), Adamo (66′ Ricozzi); Verde, Sanabria, Di Mariano. A disp.: Ionut Pop, Belvisi, Ndoj, Di Livio, Soleri.
All.: De Rossi.

FC BAYERN MÜNCHEN (4-2-3-1) : Hundertmark; Pohl, Walter, Gschwend, Okoroji; Memetoglu (40′ Pfab), Gaudino; Kurt, Hingerl (C), Pantović (60′ Strein); Eberwein. A disp.: Della Schiava, Fischhaber, Martinovic, Nsimba, Gunzel, Micheli, Grahovac.
All.: Vogel.

Arbitro: Vasilis Dimitriou (Cipro).
Assistente I: Pavlos Georgiou (Cipro).
Assistente II: Georgios Savva (Cipro).
IV Uomo: Claudio Gavilluci (Italia).

Marcatori: 5′ Adamo (R).
Ammoniti: 86′ Paolelli (R).
Espulsi: –
Note: recupero 1’pt, 3’st. Calci d’angolo: 8-5.
Spettatori: 400 circa.