Conferenza stampa Sabatini PR

Da quando lo scorso giugno si è dimesso Franco Baldini, il Direttore Sportivo Walter Sabatini ha sempre più potere all’interno della società.
Ma cerchiamo di capire chi è Sabatini, qual è la sua storia e quali le tappe fondamentali della sua lunga carriera.
Per prima cosa Walter è stato un calciatore, per la precisione un centrocampista. Inizia come professionista a diciassette anni in serie B con il Perugia. Dopo un breve periodo al Varese approda alla Roma nel 1976. Promette bene, ma sulla sua strada incrocia un fenomenale Bruno Conti che occupa la sua stessa posizione,motivo per cui viene relegato spesso in panchina.
Opta quindi per il ritorno a Perugia. Passa anche per la Triestina, ma soprattutto a causa di un brutto infortunio allo zigomo, come calciatore non decolla. Dilagano invece le sue capacità da dirigente…
Nel 1986 collabora con il Perugia, allenando le giovanili, e nel 1990 ne diventa il responsabile.
Due anni dopo lo troviamo alla Lazio, dove porta in prima squadra grandi talenti del calibro di Marco Di Vaio e Alessandro Nesta.
Nel 1998 viene chiamato dall’Arezzo, lì inizia il sodalizio con Serse Cosmi. L’unione tra i due si consoliderà poi nel Perugia fini al 2004. È Sabatini a lanciare Gennaro Gattuso.
Nel 2000 però cominciano i guai: viene squalificato con richiesta di radiazione per una questione che riguardava giovani calciatori. Dopo tre anni la radiazione diviene esecutiva, ma è passato troppo tempo e il dirigente fa ricorso e vince; sconta soltanto la squalifica.
Tra il 2004 e il 2008 ritorna alla Lazio, ma questa volta come Direttore Sportivo. Per i suoi poteri da talent scout viene soprannominato Walter il Mago, riprendendo il celebre testo dell’omonima canzone di Luciano Ligabue.
Nel 2009 viene ingaggiato dal Palermo, il Presidente Zamparini se ne innamora: “Il vero acquisto che ho fatto della campagna scorsa è stato Walter Sabatini, che è una persona formidabile e perbene”. Nel 2010 però per motivi personali si dimette…
L’avventura con la Roma parte nel 2011, sarà lui il Direttore Sportivo della nuova società guidata da Thomas DiBenedetto.
Di rinnovo in rinnovo il matrimonio con la Roma proseguirà almeno fino al 2014. Sono nelle sue mani le scelte tecniche per il futuro di una piazza che merita molto più di quello che ultimamente sta ottenendo…

Umberto Ruggeri