Vertice a Boston per il nuovo stadio

di Redazione

E’ imminente un viaggio della dirigenza a Boston per chiudere l’operazione che porterà James Pallotta, presidente della Roma, a diventare anche il proprietario dei terreni di Tor di Valle, rilevando da Eurnova tutte le quote del progetto stadio. Un’operazione per la quale era stato raggiunto un accordo già prima della fine del 2018 e che deve essere definito entro la fine di febbraio. Il vice presidente esecutivo Mauro Baldissoni e probabilmente Giovanni Naccarato, Ad di Eurnova, raggiungeranno Pallotta per mettere le firme al trasferimento di proprietà di terreni e dell’intero dossier, che porterà il presidente ad essere unico interlocutore del Comune in vista dell’inizio dei lavori. Il prezzo totale si aggira attorno ai 110-120 milioni di euro. Lo riporta il Corriere dello Sport.