Verso CSKA Mosca-Roma: giallorossi imbattuti in Russia. La vittoria esterna in Europa manca da 14 mesi

di Alessio Nardo

Pagine Romaniste (Alessio Nardo) – Se il campionato fin qui è stato un percorso sofferto e faticoso, la Champions League può di nuovo irradiare la stagione giallorossa, esattamente come è accaduto lo scorso anno. La Roma, dopo il ko di Madrid e due successi interni consecutivi, è pronta a sfidare il CSKA Mosca nel gelo russo. Vincere, o comunque non perdere, significherebbe compiere un passo decisivo verso la qualificazione agli ottavi di finale. Quello di domani sarà il 6° confronto assoluto tra le due squadre in gare ufficiali.

Roma imbattuta in Russia. Questo dice la storia, con il bottino complessivo che recita tre vittorie e un segno X in quattro trasferte, per un totale di 7 gol realizzati e 3 subiti. Agrodolci i due precedenti esterni con il CSKA Mosca, affrontato nell’andata dei sedicesimi di finale di Coppa delle Coppe nel 1991-1992 e battuto 2-1 (autorete di Fokin, pari di Sergeev e sigillo definitivo di Ruggiero Rizzitelli) prima dell’ininfluente ko rimediato all’Olimpico per 1-0. Decisamente meno positivo il pareggio ottenuto nella fase a gironi della Champions League 2014-2015: alla meravigliosa esecuzione su punizione di Francesco Totti rispose, in pieno recupero, il gol di Vasili Berezutski, che batté l’allora portiere romanista Morgan De Sanctis con un tiro-cross certamente non irresistibile. Quel mezzo passo falso, di fatto, finì per costare ai giallorossi di Garcia la promozione agli ottavi.

Sotto la gestione Di Francesco, la formazione capitolina non ha ottenuto risultati eccezionali in trasferta nella competizione regina d’Europa. Se in casa si va a gonfie vele (un pari e 7 vittorie di fila; 20 gol fatti, 2 soli subiti e 7 clean sheet), lontano dall’Olimpico il bilancio dell’ultimo anno e mezzo recita un solo trionfo, il 2-1 al Qarabag del 27 settembre 2017, oltre al 3-3 scoppiettante di Londra contro il Chelsea e ben 5 sconfitte consecutive. In queste 7 gare, sono state 20 le reti al passivo (media di una ogni 32 minuti) e 9 quelle all’attivo. La Roma ha sempre preso gol (65 in tutto) negli ultimi 29 match esterni disputati in Champions League. Il CSKA Mosca è soltanto 5° in classifica nel torneo russo a quota 20 punti, -11 dallo Zenit capolista. Non esaltante il rendimento interno della squadra di Goncharenko: 2 vittorie, un pareggio e 3 sconfitte per un totale di 7 punti conquistati in 6 partite. Occhio però, perché tra le mura amiche Akinfeev e compagni sono reduci da due trionfi consecutivi in Champions, contro Benfica (2-0) e Real Madrid (1-0).

Statistiche CSKA Mosca in casa – Champions League

ULTIMA VITTORIA: 02/10/2018, CSKA Mosca-Real Madrid 1-0
ULTIMO PAREGGIO: 22/11/2016, CSKA Mosca-Bayer Leverkusen 1-1
ULTIMA SCONFITTA: 18/10/2018, CSKA Mosca-Basilea 0-2

Statistiche Roma in trasferta – Champions League

ULTIMA VITTORIA: 27/09/2017, Qarabag-Roma 1-2
ULTIMO PAREGGIO: 18/10/2017, Chelsea-Roma 3-3
ULTIMA SCONFITTA: 19/09/2018, Real Madrid-Roma 3-0

Precedenti in trasferta contro le formazioni russe nelle coppe europee
1991-1992, 16imi Coppa Coppe:  CSKA Mosca-Roma 1-2 (aut. Fokin, Rizzitelli)
1996-1997, 32imi Coppa Uefa: Dinamo Mosca-Roma 1-3 (Fonseca, Tommasi, Berretta)
2001-2002, gironi Champions: Lokomotiv Mosca-Roma 0-1 (Cafu)
2014-2015, gironi Champions: CSKA Mosca-Roma 1-1 (Totti)