Il Tornatora

Veretoutto, con il francese in campo la Roma ha cambiato marcia

di Redazione

Se dietro alla vittoria contro il Bologna c’è il sorriso di Dzeko e la manona di Pau Lopez, non si può dimenticare la cavalcata al 93esimo di Veretout. E’ il regista che mancava alla Roma e il suo ingresso ha portato soltanto vittorie. I giallorossi e il francese si sono cercati e voluti anche quando il destino sembrava portarlo al Milan. Fortemente voluto da Fonseca è ora il motore di una Roma che si muove compatta. Nelle due partite giocate ha recuperato 15 palloni con 6 contrasti vinti. Veretout imposta anche alla grande: 8 dribbling riusciti su 10, dieci lanci lunghi azzeccati su 12. L’asse con Pellegrini e Dzeko passa anche da Casal Palocco, quartiere dove abitano i tre e dove si incontrano. Le parole del francese a Roma TV: “Abbiamo fatto un gran gol, di gruppo. Giochiamo bene e possiamo fare molto di più soprattutto negli ultimi 30 metri. Mi piace dare il 100% per la squadra ed esaltare gli altri giocatori“. Lo scrive Leggo.