Corriere Dello Sport (G.D’Ubaldo) – Da ieri il Comune ha un nuovo assessore all’Urbanistica. Il successore di Paolo Berdini è Luca Montuori, presentato ieri dalla sindaca Virginia Raggi. Berdini si era dimesso il 14 febbraio, in seguito a un’intervista che aveva fatto molto discutere. In meno di un mese la Raggi ha trovato il successore, che si metterà subito al lavoro per portare avanti il progetto dello stadio della Roma. Le prime dichiarazioni di Montuori vanno in questa direzione. La sindaca ha sottolineato che c’è la volontà di scorporare la delega ai lavori pubblici che, per ora, è stata affidata allo stesso Montuori: «E’ un architetto e ha già lavorato con noi e sono certa che condividerà il percorso del M5S in cui le decisioni sono prese in modo partecipato». Montuori conosce già il progetto di Tor di Valle: «A Roma non basta la bacchetta magica. E’ una città molto estesa, all’interno della quale esistono migliaia di città più piccole. Da oggi in poi mi butto in mare senza ciambella e vediamo come va». La sindaca lo ha tranquillizzato: «Ti assicuro che saremo noi la tua ciambella insieme ai cittadini». Il neo assessore si metterà subito al lavoro: «Sullo stadio l’amministrazione ha già preso una decisione, che è un punto d’inizio ottimo per rivedere il progetto. Ora si lavora, si migliora, è un’occasione importantissima per questa città». Ha subito preso le distanze da Berdini. E ha aggiunto: «E’ una sfida difficile ma bellissima, forse la più bella che si può immaginare per un architetto».

UNA NUOVA SQUADRA – L’amministrazione capitolina è intenzionata ad affiancare a Montuori uno nuovo staff di tecnici esterni. Non ci sarà l’avvocato Luca Lanzalone, il legale genovese vicino a Grillo che ha seguito il dossier stadio nelle scorse settimane. «Ci sono persone che abbiamo già individuato e che saranno presentate al più presto», ha aggiunto la Raggi. Montuori ha precisato la sua posizione politica. Era stato consulente durante l’amministrazione di Veltroni. L’architetto ha ricordato di aver lavorato in un piccolo ufficio ribadendo la sua idea già da allora: «La città è di tutti». La consulenza era relativa allo svolgimento delle procedure concorsuali di una Unità operativa del Dipartimento urbanistica del Comune di Roma. Non intende cancellare il suo passato: «Non rinnego la mia passata esperienza nel centrosinistra. La parola rinnegare non esiste nel mio vocabolario. Io ho lavorato per questa città e in quel momento era un’esperienza che ritenevo giusta». Montuori solo inizialmente si occuperà anche dei lavori pubblici. Ha spiegato ancora la Raggi: «La delega ai lavori pubblici è temporanea, abbiamo già preso la decisione di scindere le due deleghe e Luca ha accettato di assumerla fino a che non troveremo una sostituzione». Nel corso della conferenza Montuori è stato interpellato sui principali dossier a cui, come assessore all’urbanistica, dovrà dedicarsi. Il responsabile dell’urbanistica si riserva di valutare anche la situazione di via Guido Reni e degli ex Mercati Generali.

AL LAVORO – Intanto i proponenti continuano a lavorare giorno e notte sul nuovo progetto. La Regione ha detto no alla proroga, ma in Comune sono fiduciosi sulla possibilità di portare a termine il nuovo progetto, con un nuovo percorso che prende corpo. Ormai c’è piena sintonia tra il Comune e i proponenti, ora sono allo studio le modalità amministrative per procedere. Sarà necessario fare un atto amministrativo entro fine mese, il tempo per la chiusura della Conferenza dei Servizi, fissata per il 5 aprile. Intanto la prossima settimana sarà in arrivo a Roma il presidente Pallotta. All’ordine del giorno anche una serie di appuntamenti per lo stadio.