Il Tornatora

Totti: “L’ultimo anno ho fatto sempre il capro espiatorio”

di Redazione

Alla presentazione del nuovo libro di Paolo Condò era presente anche Francesco Totti. Sempre al centro dell’attenzione e circondato da numerosi tifosi che gli chiedono foto e autografi. Ovviamente non poteva mancare un suo giudizio sull’attuale Roma: “Sono contento del momento della squadra e che Fonseca abbia capito cosa significhi stare a Roma. Ha trasmesso positività ed energia, speriamo che sia un percorso positivo perché la Roma deve essere tra i top club d’Europa”. Inoltre spende belle parole sul suo erede Lorenzo Pellegrini: “Faceva il raccattapalle quando giocavo, forse già mi studiava. Domenica ha indossato per la prima volta la fascia da capitano, ma non voglio creare contrapposizioni. Non voglio togliere niente a Florenzi, è lui il capitano”. L’ex dirigente conclude definendo la maglia numero 10 pesante e significativa. Infine spazio anche ad un commento un po’ malinconico: “Nel mio ultimo anno da calciatore mi è dispiaciuto essere preso di mira non c’entrando nulla, ero il capro espiatorio di tutto“. Lo riporta il quotidiano Corriere della Sera.