Tor di Valle, ecco i sì che pesano. E Friedkin può comprare i terreni

Approvate le delibere propedeutiche alla Convenzione Friedkin può sostituirsi a Vitek: sarà il Toyota Stadium?

di Redazione

La Gazzetta dello Sport (A.Pugliese) – Due giorni dopo il passaggio di consegne da Pallotta a Friedkin è arrivato anche il primo atto ufficiale della Giunta capitolina sullo stadio di Tor di Valle, con l’approvazione delle due delibere propedeutiche alla Convenzione urbanistica. Insomma, sullo stadio si sta accelerando davvero ed entro fine mese – o al massimo a settembre – si potrebbe arrivare all’approvazione della Convenzione. Del resto, c’è la volontà politica della sindaca Virginia Raggi, che punta a fare dello stadio un cavallo di battaglia per le elezioni del 2021. Con le approvazioni oramai vicine, Friedkin potrebbe decidere di comprare i terreni di Tor di Valle su cui nascerà l’impianto e che oggi sono ancora in mano ad Eurnova. Pallotta era pronto a mettere sul piatto della bilancia un centinaio di milioni, lo stesso potrebbe fare Friedkin, prendendo così il posto di Vitek. E, magari, chiamando l’impianto anche Toyota Stadium.