Il Tornatora

Tav no ma stadio sì. La propaganda costruita sulle opere

di Redazione

Il M5S da un lato sta facendo le barricate contro la Tav che è richiesta a gran voce da tutte le forze produttive del Nord, dall’altro invece a livello Nazionale e la sindaca Raggi hanno proclamato che “si fa lo stadio a Roma” quando proprio in questi giorni la procura di Roma sta rinviando a giudizio una ventina di persone. Per lo stadio andrebbero prese in considerazione alcune problematiche come il terreno acquitrinoso che richiederebbe lavori assai costosi di consolidamento della base su cui dovrebbe poggiare lo stadio e tutti gli altri edifici. Esistono poi problemi legati al traffico. Allora perché la sindaca Raggi ha lanciato lo slogan “lo stadio è pronto e verrà realizzato in termini molto rapidi?”. La ragione – scrive Il Tempo – è che serve per lanciare il messaggio che i grillini non dicono di no a tutto.