Stadio, Pallotta accelera: 100 milioni per il progetto

di Redazione

«Ci siamo quasi», dicono sull’asse Roma-Boston. James Pallotta è pronto a chiudere – «entro dieci giorni, massimo due settimane» – la trattativa per rilevare il progetto stadio e i terreni a Tor di Valle dalla Eurnova di Luca Parnasi. La mossa dovrebbe rassicurare il Campidoglio grillino e spingerlo a portare avanti l’operazione calcistico-immobiliare. Più che Virginia Raggi, vanno convinte le truppe pentastellate in Assemblea capitolina. Pallotta vuole portare a dama il progetto, per questo vuole chiudere l’accordo subito prima di Natale. Non c’è neanche bisogno che torni da Boston, il patto si può stringere anche con un emissario dall’America. Come riporta Il Messaggero, l’accordo si dovrebbe chiudere intorno ai 100 milioni di euro per tutto il pacchetto: i terreni di Tor di Valle e il progetto del nuovo stadio, compreso il mega-complesso di negozi, uffici, ristoranti e alberghi, il vero core business dell’operazione. Il presidente della Roma pretenderà una clausola per blindarsi: il pagamento avverrà solo con l’approvazione del progetto da parte del Consiglio comunale. È una condizione che l’Eurnova sembra disposta ad accettare. Anche la sindaca Raggi tenta l’accelerata e lo ha fatto capire anche ieri in un vertice a Palazzo Senatorio con Luca Montuori e Franco Giampaoletti: «Se non ci sono problemi, si va avanti. E io voglio andare avanti».