Il Tornatora

Stadio della Roma, il giallo della nomina. Raggi: imposta da Bonafede

di Redazione

Virginia Raggi è tornata ieri di fronte al procuratore aggiunto Paolo Ielo per chiarire i suoi rapporti con Luca Lanzalone, uomo chiave riguardo lo scandalo intorno al progetto stadio a Tor di Valle. Come riporta Il Messaggero, il sindaco di Roma avrebbe risposto: “Me lo hanno presentato Fraccaro e Bonafede”. Lanzalone, secondo i pm, sarebbe stato remunerato da Parnasi, ricambiando con dei favori all’interno del Campidoglio. Nel frattempo, l’ormai ex presidente di Acea ha respinto tutte le accuse, dichiarandosi innocente. Parnasi invece continua la linea del ‘no comment’ dal carcere. Anche il numero uno del Coni Giovanni Malagò, dopo essere stato iscritto all’elenco degli indagati ha dichiarato: “Voglio chiarire subito questa vicenda“.