Il Tornatora

Stadio della Roma, Eurnova partita per Boston. Riunione per il closing domani alle 14.30

di Redazione

Sta più o meno rullando ora sulla pista l’aereo Alitalia-Delta AZ7614, in partenza da Fiumicino aeroporto con destinazione Boston e scalo all’aeroporto Kennedy di New York alle 21.00 ora di Roma, sul quale sono imbarcati Giovanni Naccarato, ad di Eurnova, Riccardo Tiscini e l’avvocato Roberto Cappelli, dello studio legale Origoni, avvocato di Eurnova. Sono i tre che compongono la delegazione di Eurnova che, domani alle 14.30 ora di Roma, incontrerà il patron giallorosso, James Pallotta, e il suo staff per la riunione operativa che dovrebbe sancire la firma del passaggio di proprietà del pacchetto Stadio di Tor di Valle dal proponente, Eurnova, direttamente a Pallotta. Prezzo non ancora fissato definitivamente, ma oscillante sulla cifra dei 100 milioni di euro. Per conto di Eurnova, resta a Roma l’ingegner Sparvoli che ha il compito di seguire le trattative con il Campidoglio per la convenzione urbanistica. Già domani è prevista una nuova riunione (cadenza di più volte alla settimana) al dipartimento Urbanistica mentre da Palazzo Senatorio filtra la notizia che il sindaco, Virginia Raggi, avrebbe specificato ai funzionari capitolini di accorciare più possibile i tempi di discussione. L’obiettivo dell’Amministrazione grillina è quello di potersi giocare la carta Stadio per le elezioni europee del 26 maggio. Lo riporta iltempo.it.