Schick e Pastore i più discussi. Il 2019 può essere l’anno del rilancio

di Redazione

Sono arrivati in due sessioni di mercato differenti, ma entrambi erano considerati i colpi principali del mercato della Roma: Patrik Schick e Javier Pastore. Al loro arco tanta classe ma poca incisività, dettata però da diverse cause. Se per l’argentino si tratta di questioni fisiche, legate prettamente alla sua condizione, per il ceco la questione è psicologica. Eppure, su Schick Monchi si è espresso giustamente in toni speranzosi: “Vale ancora la pena perderci tempo ed energie“, riporta La Gazzetta dello Sport. Le qualità le hanno entrambi, su quello non si discute: sono due giocatori estremamente tecnici, belli da vedere quando portano la palla al piede, ma entrambi con chiare mancanze di personalità. Ma sotto la guida di Di Francesco, il 2019 potrebbe essere davvero l’anno della svolta.