Il Tornatora

Sassuolo-Roma 0-0: le pagelle. Saluti all’Europa che conta e forse non solo. Pesano le occasioni mancate

di Redazione

Pagine Romaniste (S.Indovino) – Si è parlato di tutto in settimana tranne che di questa partita. Il risultato è semplice, in campo entra una squadra che non sembra minimamente debba vincere a tutti i costi. La Champions League viene così praticamente salutata ufficialmente, e adesso si complica anche la corsa all’Europa League. I ragazzi di Ranieri appaiono scarichi, ma hanno la capacità di alzare il livello nella ripresa. Peccato che delle tante occasioni avute, non se ne trasformi neanche una.

ROMA

Mirante 6.5 – Compie un’altra prodezza, allungano la gambona sul diagonale di Djuricic, volto ad evitare il vantaggio neroverde. Fa poco altro, ma l’intervento è determinante.

Florenzi 6 – Boga gli crea più di qualche problema. Quando riesce si riversa in avanti, senza risultati troppo eclatanti.

Fazio 6 – Compie ottime chiusure, di cui almeno un paio decisive. Poi cresce il nervosismo e si distrae, intraprendendo una personale lotta con l’arbitro.

Jesus 6.5 – Sempre puntuale negli interventi, aerei e non, che bloccano gli attacchi degli attaccanti avversari.

Kolarov 6 – Partita sufficiente quella del serbo che dal suo lato non accusa troppo le avanzate del Sassuolo e quindi ha libertà di offendere. Qualche cross interessante, qualche altro un po’ di meno.

Nzonzi 6 – Interrompe tantissime situazioni di gioco avversarie, ed è molto bravo nel farlo. Anche quando si prende carico dei compiti di gestione lo fa in maniera corretta.

Cristante 6 – Gara lunatica del friulano che è bravo in fase di rottura, meno in impostazione. Si propone spesso in avanti e va anche vicino alla marcatura. Spesso non si intende con i compagni.

Zaniolo 5.5 – Lucidità ancora lontana, e un ragazzone col suo fisico ha bisogno in primis di quella per rendere al meglio.

Under 5 – Tanto incisivo la settimana scorsa quanto avulso al gioco quest’oggi. Prova qualche spunto ma sempre senza fortune.

El Shaarawy 5.5 – Nell’ottica della sua prestazione quello che passa agli occhi è il gol divorato a pochi metri dalla porta, in maniera piuttosto inspiegabile. Poi è vivace, ma quell’errore è decisivo.

Dzeko 6 – Fa il possibile, smistando palloni nell’ampiezza del campo e facendo da torre per i compagni. Non è neanche fortunato, poiché colpisce un palo.

Kluivert 5 – Quel maledetto vizio di voler entrare in porta con la palla tra i piedi. Ha due occasioni ghiottissime, che non sfrutta per poca cattiveria.

Pastore 5 – Dovrebbe illuminare e dare qualità invece è sempre impreciso.

Perotti s.v. – Tocca si e no due palloni nel periodo in cui è in campo.

Ranieri 6 – Cosa può fare lui se la sua squadra non riesce a buttare la palla in porta in qualunque tipo di circostanza? La partita è stata impostata anche in maniera corretta, sono i giocatori a non trasmutare in campo quanto preparato.