Corriere della Sera – La Roma di Lucho non è mai la stessa

di Redazione

Quinta partita ufficiale della stagione e quinta formazione diversa per la Roma. Nel posticipo di domani sera contro il Siena (ore 20,45) Luis Enrique sarà costretto a cambiare di nuovo. Alcuni saranno cambi obbligati, altri rientrano nella logica del turnover in una rosa abbondante come è quella giallorossa. Per la sostituzione di Maarten Stekelenburg — le sue condizioni sono in netto miglioramento, ma non è ancora stata fissata la data per la visita specialistica che dovrà stabilire i tempi di recupero — c’è un vero e proprio ballottaggio. Dalle dichiarazioni degli ultimi giorni di Franco Tancredi («Curci può diventare un grande portiere, Lobont è esperto ma contro l’Inter avrebbe potuto fare di più») si intuisce una predilezione nei confronti del portiere romano: se Luis Enrique affiderà al giudizio del suo preparatore, allora il titolare sarà Curci.
In difesa rientrerà dopo la squalifica Josè Angel. Kjaer e Burdisso saranno confermati al centro mentre a destra dovrebbe ritornare Cicinho, ormai pienamente recuperato. Possibile che sia convocato (sarebbe la prima volta in stagione) anche Juan, che ormai si allena col gruppo da una decina di giorni.
Il centrocampo Pizarro-De Rossi-Pjanic dovrebbe essere confermato in toto, mentre in attacco, per la prima volta, Luis Enrique potrebbe avere scelte quasi obbligate: ieri si è fermato Osvaldo, colpito duro da Kjaer. […]
Nuovo stop ieri per Lamela, che soffre per il riacutizzarsi di un dolore alla caviglia infortunata. Si è sottoposto immediatamente ad una seduta di tecarterapia per cercare di attenuare il dolore, ma per vederlo tra i convocati bisognerà aspettare ancora.
Corriere della Sera – Gianluca Piacentini