Roma, l’attacco non pesa e allora provvede la difesa

Corriere della Sera (L. Valdiserri) – La Roma non ruba l’occhio ma conquista tre punti pesanti in zona Champions in una giornata che poteva trasformarsi in una trappola. I giallorossi, invece, non derogano dalla loro legge: escluso il pareggio di Benevento non hanno mai avuto pietà delle squadra nella parte destra della classifica.

Il risultato è giusto: la Roma ha costruito poche occasioni da gol ma il Genoa nessuna. Ballardini ha chiesto ai suoi di difendere anche lo 0-1 per non lasciare spazi alle ripartente dei giallorossi, per poi cercare il pareggio nel finale con tre attaccanti puri (Destro, Shomurodov e Scamacca).

Resta il sospetto, però, che il Genoa potesse rischiare qualcosa in più perché, tra infortunati e scelte di turnover, la Roma ha iniziato la partita senza Dzeko, Veretout, Ibanez, Kumbulla, Spinazzola, Mkhitaryan e Villar. È per questo – in vista anche della partita di giovedì contro lo Shakhtar Donetsk in Europa League che il successo finale è così importante.

La partita è stata decisa da un colpo di testa di Mancini su calcio d’angolo ben battuto da Pellegrini. Quarto gol in campionato per il difensore, uno di quelli che sta surrogando il centravanti che la Roma non ha.

PER APPROFONDIRE LEGGI ANCHE

I più letti

CLASSIFICA SERIE A