Il Tornatora

Roma in alta quota

di Redazione

Il giorno dopo della partita contro il Bologna le riflessioni sono più serene. La Roma è in zona Champions, cosa mai successa lo scorso campionato, al massimo i giallorossi si sono trovati ad un punto dal quarto posto. Quella piazza oggi conta poco, ma è da accogliere positivamente. La mano di Fonseca si comincia a vedere nel gioco, nella tenuta atletica e nei risultati: la Roma ha 3 punti in più dell’anno scorso. Si vede anche per il coinvolgimento dei giocatori, esempio Kluivert che è sempre titolare. L’unica nota stonata è Zaniolo che è uno dei più in forma, ma che è partito dalla panchina nelle ultime due gare. Il giocatore, non si parla di caso, questa storia la soffre.  A Bologna, nella miglior prestazione difensiva dell’anno, non ha funzionato bene l’attacco. Sono migliorati Fazio e Mancini in attesa di Smalling. E’ migliorato tutto il reparto e qui Veretout c’entra tanto. Ciò che ha copito è la reazione dopo il pareggio dei rossoblu. La Roma, in dieci e mostrando una condizione fisica invidiabile, ci ha creduto fino alla fine. Questo è dimostrato dallo strappo del francese e dalla lucidità di Pellegrini nel servire Dzeko. Fonseca ha utilizzato 19 calciatori in campionato, diventano 20 se si conta Kalinic in Europa League. Sette di questi sono andati a segno. Lo riporta Il Messaggero.