Il Tornatora

Roma, i giorni della svolta

di Redazione

La Roma si sdoppia: Baldini è a Londra mentre Petrachi è rientrato a Roma, pronto a spostarsi a Milano. Il primo dialoga con il Tottenham per Alderweireld e per capire quanto realmente facciano sul serio gli Spurs per Zaniolo; il ds è pronto invece ad incontrare oggi l’Atalanta per Mancini, nei prossimi giorni la Fiorentina (Veretout) e rimane in costante contatto con l’agente Lucci, avendo come obiettivo Suso. Per chi si fosse perso qualche puntata, è il bignami del mercato giallorosso. Quella appena iniziata rischia dunque di non essere una settimana come le altre. La Roma intende chiudere almeno un acquisto, se non due. Fonseca ha dato il via libera per Veretout e Petrachi intende accontentarlo. Messo in stand-by Almendra (per il quale il Boca non tratta prima del 1 agosto, ritorno dell’ottavo di Libertadores contro l’Atletico Paranaense, senza contare che gli argentini non scendono dalla richiesta di 27 milioni, l’equivalente della clausola rescissoria) il prossimo incontro con i viola è da dentro o fuori. Mentre il presidente Pallotta prosegue il tour turistico in Italia (ieri avvistato a Matera), a Londra Baldini incontra nuovamente il Tottenham. Nelle ultime ore è tornato ad essere accostato Zaniolo al club inglese ma offerte la Roma non ne ha ricevute. Dovendosi vedere per Alderweireld, non mancherà occasione per approfondire eventualmente il discorso, rilanciato off the record soltanto dall’entourage del calciatore (che ha intanto deciso di anticipare a giovedì il rientro a Trigoria). Non è un mistero che Nicolò si aspettasse parole diverse sia da Petrachi che da Fonseca e chi segue il ragazzo guarda con interesse alla Premier. Il 20enne è solleticato invece dall’ipotesi-Juve, bloccata per ora da Higuain. Come al solito, la differenza la faranno i soldi. Per lui ma soprattutto per la Roma che non lo ritiene incedibile, valutandolo 50 milioni. Lo riporta Il Messaggero.