Roma e Di Francesco, l’ultimo Porto

di Redazione

Stasera non c’è in ballo solo la promozione della Roma ai quarti per il 2° anno di fila o l’esclusione della stessa dalle migliori 8 d’Europa. Testa o croce anche per Di Francesco. Il destino dell’allenatore seguirà il verdetto del campo: in caso di qualificazione resterà sulla panchina giallorossa, al contrario con l’eliminazione dovrà lasciarla.Di Francesco, anche se tentato dalla difesa a 3, accontenta i giocatori che lo devono aiutare nel match della verità e ripropone quindi il 4-2-3-1. In mezzo al campo spazio ai senatori, con torna Nzonzi accanto De Rossi. Zaniolo, invece, sale dietro a Dzeko e si riprende il ruolo di trequartista. In caso di ripensamento, ecco pronto il 4-3-3: con Pellegrini in campo e non più Nzonzi. Lo scrive Il Messaggero.