Il Tornatora

Roma, da discutere i contratti di cinque big

di Redazione

Dopo la rivoluzione, in casa Roma si pensa ora al futuro: archiviata la separazione con Di Francesco e Monchi, si lavora sui contratti di alcuni punti fermi della squadra. Il primo è quello relativo a Daniele De Rossi: il capitano giallorosso ha il contratto in scadenza il 30 giugno 2019 e ha sempre detto di non voler trascinarsi se non si sentirà in grado di giocare al cento per cento. Il discorso, per il centrocampista di Ostia, è rimandato a fine stagione. Due invece i giovani in rampa di lancio che la Roma dovrà tutelare: il primo è Zaniolo, che guadagna 300 mila euro e che si vedrà rinnovare il contratto per una cifra vicina al milione e mezzo di euro. Discorso simile per Under: il suo stipendio è di un milione di euro, ma il turco – dopo il rendimento di questo e dello scorso campionato – ritiene legittimo un adeguamento. Rimangono infine due nodi da sciogliere, quelli legati a Dzeko e El Shaarawy. La società giallorossa non ha avviato i contatti con nessuno dei due, ma come riporta il sito de La Gazzetta dello Sport alla Roma converrà in ogni caso rinnovare il contratto dei due attaccanti prima di un’eventuale cessione. Lavoro extra quindi per Ricky Massara, rimasto a capo della direzione sportiva dopo l’addio del collega spagnolo.