Roma ad alta fedeltà

Il Messaggero (S.Carina) – La Roma non vuole fermarsi, sogna di restare in testa. A Verona serve vincere e non può essere l’assenza di Vina a stravolgere i piani e i sogni giallorossi. Non può diventarlo nemmeno la probabile partenza in panchina di Mkhitaryan in quella che rimane una “lunga maratona“. Mourinho ha deciso di affrontarla, almeno per ora, con una short list di fedelissimi. La Roma è sinora tra le squadre che ha utilizzato meno giocatori dal via: appena 12. L’unica novità dal primo minuto è arrivata a Salerno con Perez per Zaniolo squalificato.

Roma, ritorno sul luogo del delitto. L’effetto Mourinho ha cancellato tutto

Oggi Calafiori sarà al posto di Vina ed El Shaarawy davanti per Mkhitaryan. Lazio e Milan sono già arrivate a 14, Napoli 15, Inter 15, Atalanta 17 e addirittura la Juventus 19. Mourinho ha scelto gli uomini su cui puntare da qui sino a gennaio quando riaprirà il mercato. El Shaarawy, Shomurodov, Smalling e Perez si alterneranno con i rispettivi compagni di reparto, ma la demarcazione tra Roma A e Roma B è netta. Anche perchè chi ha avuto l’occasione in Conference League non l’ha sfruttata.

PER APPROFONDIRE LEGGI ANCHE

I più letti