Il Tornatora

Roma a ritmo continuo. Spal, Cska, Napoli, Fiorentina e di nuovo Cska

di Redazione

Di Francesco è consapevole che il prossimo mese darà una percezione reale della stagione che attende la Roma. Si parte sabato alle 15 contro la Spal, poi la Champions con il CSKA il 23 ottobre. Nessuna pausa ed ecco il Napoli e la Fiorentina, due trasferte consecutive seguite da quella in Europa a Mosca col ciclo che si chiude all’Olimpico con la Sampdoria. Sei gare, come riporta Il Messaggero, in 22 giorni, una ogni 85 ore. Il mister ha recuperato De Rossi, Kolarov e Pastore e la convocazione per il campionato dipende dalla gestione che ne vorrà fare. Il Capitano potrebbe aspettare qualche giorno in più e far giocare Cristante con la squadra di Semplici per essere al top poi contro i russi. In questi cicli Di Francesco, di solito, attua un turnover sostenuto. Meglio ruotare la rosa a disposizione visto che saranno più stanchi e faticheranno a recuperare da un match all’altro. Per sabato sperano anche Schick, Perotti, Santon e Jesus. La Roma ha un buon rapporto con le soste nel periodo tra mese e ottobre: dal 13/14 al 16/17 8 vittorie su 8 partite, la serie è terminata col ko contro il Napoli lo scorso anno. Mentre per Di Francesco la statistica è opposta: da quando siede sulla panchina giallorossa deve ancora vincere una partita dopo la sosta di ottobre.