Il Tornatora

Roma, 9 punti raccolti in 6 gare: mai così male nel girone di Europa League. Prima rete stagionale subita nei primi 15’

di Alessio Nardo

Pagine Romaniste (Alessio Nardo) – Brividi. E non solo di freddo. La Roma impatta contro il Wolfsberger per 2-2 e, seppur da seconda nel suo girone, sorprendentemente alle spalle dell’Istanbul Basaksehir, passa il turno guadagnando l’accesso ai sedicesimi di finale di Europa League. I giallorossi chiudono il loro raggruppamento con 2 vittorie, entrambe ottenute contro i turchi, 3 pareggi ed una sola (ininfluente) sconfitta, rimediata in casa del Borussia M’gladbach.

Nove, dunque, i punti raccolti nell’arco delle 6 gare disputate. Per la Roma, relativamente alla fase a gironi dell’Europa League, si tratta del peggior risultato di sempre. Nel 2009-10 l’allora formazione di Claudio Ranieri totalizzò 13 punti, vincendo il raggruppamento, e lo stesso fece la Roma di Spalletti nel 2016-17, con 12 punti conquistati. I ragazzi di Fonseca tornano a subire più di una rete nei 90′ dopo oltre un mese (ultima volta il 10 novembre a Parma): all’Olimpico non accadeva dal 25 settembre, 0-2 contro l’Atalanta. Il momentaneo 1-1 del Wolfsberger al 10’, causato dal maldestro intervento di Florenzi, è il primo gol incassato quest’anno nei primi 15′ di gioco.

A quattro passi dai 100. Edin Dzeko celebra il suo 96° gol in giallorosso, confermandosi miglior bomber in stagione con 9 reti complessive: 6 fin qui realizzate in Serie A e 3 a livello europeo. Gioia anche per Diego Perotti, che bissa il calcio di rigore di Verona del 1° dicembre scorso, salendo a quota 2 centri da inizio anno. L’argentino non va a segno su azione dal 26 maggio, quando siglò il definitivo 2-1 al Parma nell’ultima giornata di campionato. Da ieri, Federico Fazio è il romanista maggiormente impiegato in Europa League con 450′ all’attivo, davanti a Nicolò Zaniolo (448′) e Justin Kluivert (444′).