Roma, 24 gol subiti nei secondi tempi in stagione su 37 totali. Una sola vittoria nelle ultime 7 trasferte di campionato

di Alessio Nardo

Pagine Romaniste (Alessio Nardo) – La grande illusione e il rapido ritorno sulla Terra. La Roma a Bergamo mette di nuovo in mostra un doppio volto: capace di soffrire e contrattaccare in modo efficace nel primo tempo e totalmente in balia dell’avversario nella ripresa. Il risultato finale è un 3-3 pieno zeppo di rimpianti, stesso identico punteggio del match d’andata, datato 27 agosto. I giallorossi hanno ottenuto un solo successo nelle ultime 7 trasferte di campionato: il 2-0 di Parma del 29 dicembre.

Quella di ieri è la quarta maxi-rimonta subita dalla Roma in stagione: le tre precedenti con Chievo (da 2-0 a 2-2), Cagliari (da 2-0 a 2-2) e Torino (da 2-0 a 2-2, poi il tris definitivo di El Shaarawy). Restano preoccupanti i limiti difensivi della squadra di Di Francesco, che ha fin qui incassato 29 gol in 21 gare di campionato (+13 rispetto allo scorso anno, alla 21^ giornata). In 10 partite su 21 Manolas e soci hanno subito almeno due reti nei 90’: i clean sheet sono soltanto 4 (con Toro, Frosinone, Empoli e Parma). Indicativo soprattutto il dato riguardante i gol presi nei primi e nei secondi tempi (coppe comprese): rispettivamente 13 e 24. Ciò significa che la Roma, nelle riprese, ha incassato quasi il doppio delle reti rispetto alle prime frazioni di gioco. Chiaro segnale di scarsa tenuta atletica e mentale.

Finalmente Edin Dzeko! L’attaccante bosniaco interrompe il proprio digiuno realizzativo che durava dal 23 ottobre (col CSKA Mosca in Champions) e in campionato dal 2-0 di Empoli del 6 ottobre. L’ex centravanti del Manchester City, che non siglava una doppietta in Serie A dal 28 aprile, contro il Chievo all’Olimpico, sale a quota 9 gol totali in stagione, tenendosi dietro il buon Stefan El Shaarawy, autore del suo 7° centro complessivo (tutti segnati in campionato, competizione in cui il Faraone resta il miglior cannoniere romanista) e 2° in gare esterne dopo il provvisorio 1-0 firmato tre mesi fa al San Paolo di Napoli. Ritorno in campo dal 1’ per Ivan Marcano: il difensore spagnolo, tolti gli impegni europei, non partiva titolare dal 20 ottobre scorso, nel match interno perso dai giallorossi con la Spal per 2-0.