Il Tornatora

De Rossi: “Il mio rinnovo non deve essere un assillo”

di Redazione

Daniele De Rossi, centrocampista della Roma e della nazionale torna a parlare al termine della partita contro l’Irlanda del Nord, superata agevolmente dagli azzurri di Prandelli per 3-0: “Ho sempre voglia di giocare in nazionale, non ho mai pensato di rispiarmarmi per me essere qui ogni volta è un onore.

Immancabile la domanda sulle sensazioni che si provano a pochi giorni dal derby: “Questa la partita la sento, ci tengo molto – Spiega De Rossi a Raisport-. Sono fortunato perchè gli ultimi li ho sempre vinti, a 21-22 anni era una partita che vivevo male e questo influiva sulle mie prestazioni, ora sono molto più tranquillo“.

Sarà un derby caratterizzato dall’assenza forzata di Francesco Totti, in casa Lazio è in dubbio anche la presenza di Miroslav Klose: “Klose è un attaccante che stimo molto, ma la storia ci insegna che se una squadra come la Roma deve fare a meno di Totti è una brutta batosta”

Sempre di attualità rimane il discorso legato al rinnovo contrattuale,  De Rossi non appare preoccupato e ci scherza su: “Io penso che sia più importante il futuro della Roma che il mio. A prescindere dal mio contratto, il club giallorosso sta costruendo qualcosa di importante. Se non rinnovo io risparmiano bei soldi per comprare altri giocatori importanti, forti come me. Il mio rinnovo non deve essere un assillo”.