Il Tornatora

Ranieri: “Non dipende solo da noi, ma spero ancora nella Champions”

di Redazione

La rivincita dei piccoletti, quella della Roma sulla Juventus e di Florenzi su Ronaldo. Per il capitano giallorosso il gol è stata una vera e propria liberazione ed è stato festeggiato correndo sotto la Sud e poi mimando il gesto di Spiderman. Il supereroe che ha sistemato la squadra, però, è stato Ranieri che ha già dato l’addio alla panchina romanista: “Quando sono stato contattato mi è stato offerto anche il dopo con un ruolo differente, ma io ho detto di no perché voglio allenare“. Questa vittoria riapre la speranza Champions: “Purtroppo non dipende da noi, abbiamo sbagliato la partita contro il Genoa. Della gara con la Juventus sono soddisfatto, c’è voluto un grande Mirante a tenerci in partita: soprattutto nel primo tempo ha fatto cose ottime“. Inoltre, per la quarta volta nelle ultime sei, la Roma non ha subito gol: “Non dipende solo dal cambio del portiere ma da mille cose: non voglio il pressing alto, quando proteggiamo i difensori gli avversari hanno meno spazi ma non significa che non attacchiamo“. Lo riporta il Corriere della Sera.