Stadio della Roma, Raggi: “Tor di Valle non è un cantiere come gli altri. A breve scioglieremo le riserve”

Il sindaco: "Intanto grandi imprese internazionali stanno investendo a Roma"

di Redazione

La Repubblica (S. Costantini) – Lo Stadio della Roma è sempre stato uno degli argomenti critici su cui si è mossa Virginia Raggi da quando è diventato Sindaco della Capitale. Dal taglio delle cubature alla possibile prima pietra, nulla è stato mai ben chiaro, ma il numero uno del Campidoglio non si arrende e, attraverso un’intervista al quotidiano, prova a fare chiarezza sullo stato del progetto. Queste le sue parole:

Sul fronte semplificazione, abbiamo assistito anche alla saga infinita sullo Stadio della Roma. Un’opera pensata anche per attrarre fondi. A Roma spesso si dice che non si riesce a fare niente. Ecco, lo stadio si fa o non si fa?

Quello di Tor di Valle non è un cantiere come gli altri. Vorrei ricordare che sullo stadio è intervenuta la Procura. A breve scioglieremo le riserve. Intanto grandi imprese internazionali stanno investendo a Roma. Lo Sdo lo abbiamo sbloccato. Il Print di Pietralata pure. I cantieri di Roma non si sono mai fermati.