Quello di Champions è uno Dzeko stellare

di Redazione

Quando respira grande calcio dà sempre il meglio. Come scrive il Corriere dello Sport, quella di martedì per Edin Dzeko è stata l’ennesima grande notte europea. Nella ripresa ha propiziato le due reti di Zaniolo, con un assist e il palo rimpallato in porta dal giovane talento. Finora il bosniaco è stato decisivo in otto gol su tredici segnati dai giallorossi in questa Champions League. Il cigno di Sarajevo è infatti un bomber-trequartista, completamente a suo agio se si tratta di catalizzare e orientare la manovra. Proprio per questo motivo, anche se non l’ha mai espresso pubblicamente, sembra preferire il 4-3-3, dove non c’è un trequartista di ruolo con il quale potrebbe calpestarsi i piedi. È paradossale come un giocatore così decisivo in campo europeo fatichi in campionato: solo 5 reti in 19 presenze. In questo momento però tocca ancora a lui, a causa dell’infortunio di Schick, e la sfida di lunedì contro il Bologna è una ghiotta occasione per ritrovare il feeling con la Serie A.