Ponte dei Congressi, fondi saltati. Tegola per il progetto Tor di Valle

di Redazione

Tra un avvio e un rinvio da quattro anni a questa parte il Ponte dei Congressi è tornato alla ribalta essendo un tassello fondamentale per lo Stadio della Roma. Senza questa infrastruttura, e senza il Ponte di Traiano, la viabilità in quella zona di Roma andrebbe in crisi. Il viadotto di Traiano è rimasto senza coperture ed è considerato importante per evitare maxi-imbottigliamenti. Quello dei Congressi, previsto molto prima che si iniziasse a parlare del progetto di Tor di Valle, era rispuntato in una delibera a fine luglio. L’Assemblea capitolina aveva stanziato la sua quota di 28 milioni di euro e l’amministrazione di Roma aveva accettato di pagare la viabilità accessoria, le banchine del Tevere nell’area del Ponte dei Congressi e l’adeguamento del Ponte della Magliana. Il contributo poi, come riporta Il Messaggero, è slittato all’anno prossimo e così anche il Campidoglio ha dovuto mettere nero su bianco il rinvio della sua parte di finanziamento.