Pioli: “Ibrahimovic non è pronto per giocare, non sarà della partita domani”

Il tecnico rossonero: "Abbiamo un'occasione per vincere e mettere in campo le nostre qualità"

di Redazione

Vigilia di partita per la Roma che domani affronterà il Milan a San Siro per la 28esima giornata di Serie A. Il tecnico rossonero, Stefano Pioli, è intervenuto nella consueta conferenza stampa pre-partita per parlare della sfida di domani, in programma alle ore 17.15. Queste le sue parole:

Sul ritorno a San Siro

Fa piacere tornare a giocare in casa nostra, è un ritorno parziale alla normalità. Speriamo di giocare davanti ai tifosi.

Sullo scontro diretto con la Roma

Credo che siamo simili alla Roma, la classifica ci vede lontano ma è uno scontro diretto. Sappiamo le loro qualità e le difficoltà della partita, ma abbiamo un’occasione per vincere e mettere in campo le nostre qualità, è un’occasione da sfruttare.

Che tipo di partita sarà?

Sarà una partita diversa da Lecce. E’ importante leggere i momenti della partita ed essere lucidi, specie quando ci sarà il grande caldo. Dobbiamo valutare le varie fasi. A Lecce abbiamo palleggiato e poi accelerato. La Roma in possesso palla ha grande qualità ma che potrà concedere qualcosa.

Come sta Ibrahimovic?

Ha lavorato tanto e bene, ieri ha fatto il primo allenamento con i compagni. Non è pronto per giocare, non sarà della partita domani, forse per la prossima. Zlatan ha bisogno di lavorare, quindi domani non sarà in panchina con noi. Rebic ha dimostrato di poter fare bene anche da seconda punta, posso utilizzarlo in tutte le posizioni. Ha giocate di grandi qualità nell’intensità.

Rispetto alla gara d’andata…

C’è più presa di posizione. Sono sicuro che la squadra darà tutto in queste partite, sono tutti professionisti e uomini veri che mi stanno sorprendendo per attenzione e volontà. Abbiamo fatto tanti passi in avanti da allora, abbiamo occasioni per dimostrare di essere migliorati. Sarà una partita delicata e difficile.

Sul bilancio negativo con la Roma

Non sono così attento a questi numeri. Sicuramente quel 7-1 è stata la cosa più vicina alla partita perfetta. Noi però domani affrontiamo una grande squadra, che ci sta davanti e al momento non abbiamo ancora vinto con chi ci precede in classifica. Solo l’Atalanta ci ha messo davvero sotto, le altre le abbiamo giocate ma non le abbiamo vinte. Dobbiamo migliorare.

Sulle condizioni di Kjaer

Simon farà oggi l’allenamento e sarà da valutare. Credo che ci abbia dato un grande contributo da quando è arrivato. Se oggi si allenerà Simon domani giocherà.