Il Tornatora

Perotti-Roma, patto d’acciaio

di Redazione

Vorrei ricominciare da zero”. Parole pronunciate a inizio luglio da Diego Perotti. Detto, fatto. Passato un mese, l’argentino si ritrova catapultato al centro del progetto della nuova Roma. Già, la rivoluzione l’ha toccato di striscio, l’ha sfiorato. Perché dopo l’addio di El Shaarawy, la posizione di Perotti è andata a consolidarsi nelle gerarchie di Paulo Fonseca. Sempre di più. La stima, del resto, è reciproca. “Ci conto, se sta qui significa che ha qualità”, aveva detto l’allenatore di Perotti, stregato dalla sua capacità di saltare l’uomo, di creare gioco lì davanti. Titolare fisso, ai nastri di partenza del campionato, Perotti si ritrova questa etichetta addosso. Lo riporta il Corriere dello Sport.