Perotti a PR: “Ho pensato di smettere di giocare a calcio, ma adesso sono contentissimo. Voglio giocare la Champions e vincere qualcosa con la Roma, abbiamo la squadra per farlo. Spalletti è tatticamente fortissimo” – FOTO e VIDEO

perotti0

Pagine Romaniste (Y.Oggiano – F.Biafora) – Diego Perotti, attaccante della Roma, è stato intervistato a Trigoria. Queste le sue parole ai nostri inviati:

Che carriera avresti avuto senza infortuni?
Quello non si saprà mai. Adesso ho la fortuna di avere passato un brutto momento e di aver ritrovato il mio livello, il mio fisico perché sapevo che se stavo bene potevo giocare a calcio. Ho potuto dare un cambio a quel brutto momento e arrivare ad una squadra come la Roma. Non voglio pensare a quello che poteva succedere, magari non sarei stato qua quindi adesso sono contentissimo.

Cosa ti ha spinto a diventare calciatore professionista?
Da quando sono nato ho quest’idea. Mio papà giocava a calcio ma lui aveva già smesso quindi non l’ho visto, ma mi ricordo che da piccolo, quando avevo 5-6 anni, giocavo sempre a calcio a casa con gli amici, in strada. E’ una passione, un amore che ho avuto sin da piccolo.

Tuo padre ha smesso molto presto per i vari infortuni. Hai avuto questa idea anche tu nel tuo periodo più difficile?
Sì, perché non trovavo un’uscita da tutto quello che mi stava succedendo. Nessuno mi poteva dire niente di concreto, io andavo dai dottori e loro mi dicevano che stavo bene, che stavo al 100% e quello era peggio, perché loro mi dicevano che stavo bene, ma la verità è che non potevo fare più di 3-4 partite di fila e sentivo dentro di me che la verità non era quella. Sono arrivato ad un momento che ho detto basta quando ero al Boca, non potevo continuare, perché non avevo la forza e poi la mia famiglia mi ha parlato e mi sono detto “faccio quest’ultimo anno a Siviglia”. Poi è arrivato il Genoa che mi ha cambiato la vita, però ho avuto un anno dove ho pensato di smettere di giocare.

Cosa ti ha stupito tatticamente di Spalletti?
E’ un mister che tatticamente è fortissimo, è uno dei migliori che io ho avuto. Credo che tutti noi giocatori possiamo imparare tantissimo da lui.

Qual è il tuo sogno con la maglia della Roma?
Adesso sono contentissimo di giocare tanto, non pensavo di giocare così. Mi piacerebbe prima di tutto sicuramente arrivare al terzo posto, e anche il secondo non è così lontano, e poi il prossimo anno giocare la Champions dall’inizio perché ho giocato solo col Real Madrid. Poi sarebbe bellissimo vincere qualcosa con la Roma perché abbiamo la squadra per farlo.

Questo slideshow richiede JavaScript.

PER APPROFONDIRE LEGGI ANCHE

I più letti

CLASSIFICA SERIE A