Il Tornatora

Per Petrachi la Roma conta sull’assoluzione

di Redazione

Le dimissioni del procuratore federale Pecoraro potrebbero incidere sui tempi della decisione sul caso Petrachi. Per la Roma però la linea difensiva non cambia. Nella recente audizione il CEO Guido Fienga ha ribadito di aver agito nel pieno rispetto dei principi di lealtà sportiva. Fienga ha dichiarato di aver invitato Petrachi a Madrid non come direttore sportivo in pectore ma per convincerlo ad accettare l’offerta. In quel momento Petrachi, ancora ds del Torino, aveva un’offerta da un club inglese e non aveva ancora deciso dove lavorare. Il CEO Avrebbe quindi incontrato l’attuale ds in una riunione separata da quella con Fonseca. A questo punto, al di là di chi prenda il posto di Pecoraro, la Roma si aspetta l’archiviazione. La decisione su un eventuale deferimento dovrà comunque essere comunicata entro gennaio. Lo riporta Il Corriere dello Sport.