Kolarov sotto inchiesta e passibile di prova televisiva per un’espressione blasfema immortalata dalle immagini.La notizia si era diffusa ieri pomeriggio e aveva fatto tremare  per un po’ il giocatore, partito per Belgrado per raggiungere il ritiro della nazionale serba. Secondo quanto filtra dalla procura federale però non è stato aperto nessun fascicolo ai danni di Kolarov per Roma-Sampdoria e, di conseguenza, il terzino non sarà squalificato ma regolarmente arruolabile per la trasferta di Udine. Lo riporta Il Corriere dello Sport.