Il Tornatora

Pastore, Kluivert e Nzonzi: salvate i soldati di Monchi

di Redazione

Quando le cose funzionano, sei portato a rivalutare un po’ tutto. Sì, anche il lavoro di Monchi, che fino a qualche settimana fa era da buttare. Ovvio, un Roma-Cagliari non fa primavera, ma qualcosa si muove e un bagliore di futuro torna a vedersi. In questo momento si rivaluta di slancio una buona parte del mercato di Monchi e qualche giocatore che, fino a poco tempo fa, sembrava spento e invece oggi è luminoso, su tutti Florenzi, ma con lui anche Fazio, Kolarov. Come riporta Il Messaggero, Justin Kluivert, se inquadrato, non sembra male. Il suo problema era l’anarchia, gettarsi davanti il pallone e correre senza uno spartito. Ora gioca per la squadra, dà una mano in difesa. Nzonzi invece per mesi è stato il titolare indiscusso: rendimento così e così. Con Ranieri non stiamo vedendo Vieira, ma almeno Steven appare più inserito, meno inutile. A fine stagione se Nzonzi deciderà di andare via, mercato in Spagna e in Inghilterra ce l’ha, verrà accontentato. Dipenderà anche dall’allenatore, da chi sarà. Infine Javier Pastore ha fatto capire che la colpa fosse dell’allenatore precedente, ma la realtà non è questa. L’argentino ha accettato di sottoporsi a un esperimento, quello di fare la mezz’ala, che poi è fallito. Il motivo del flop va ricercato nella fragilità dei suoi muscoli, Di Francesco aveva pure cambiato modulo per inserire nella Roma la figura del trequartista.