Il Tornatora

Parnasi disse: “Dopo lo stadio voglio una squadra di calcio”

di Redazione

Due settimane prima di essere arrestato, Luca Parnasi pensava in grande. Come scrive Il Messaggero, l’imprenditore era convinto di avere in tasca il progetto “Nuovo stadio della Roma” ed era una fucina di idee e ambizioni, come quella di trasformare la città in una Capitale dello Sport. I nuovi dettagli dell’inchiesta che scuote il Campidoglio a Cinquestelle e che hanno portato all’arresto di De Vito e Mezzacapo hanno rivelato anche i piani futuri del costruttore romano, che diceva questo il 31 maggio 2018: “Ho orchestrato una situazione“. Racconta che: “Molti amici gli stanno dicendo di fare un business comprando una squadra di Eccellenza in Sicilia per fare un vivaio, che acquista giovani calciatori“. A fermarlo, insieme a Lanzalone, il suo legale: “Meno ti fai vedere in questo momento come uno che sta dappertutto a Roma… che onestamente ci dai un po’ di problemi di immagine, no? Primo che stai facendo lo stadio della Roma“.