Pallotta stregato da Fonseca

di Redazione

Un pranzo per conoscersi e per entrare nel mondo Roma. A Londra Fonseca ha avuto modo di incontrare personalmente il presidente Pallotta, nella City per un vertice di carattere commerciale con Fienga e Calvo. Il numero uno giallorosso, prima negli uffici della As Roma UK Branch a Berkeley Square e poi in un ristorante della zona, in compagnia degli altri dirigenti e del fido consigliere Baldini, si è approcciato al tecnico portoghese, che nella prima intervista ufficiale ha chiesto fiducia ai tifosi: «Posso promettere che costruiremo una squadra competitiva e coraggiosa, con un gioco di qualità. Sono ambizioso, voglio portare fiducia ed entusiasmo, adoro le sfide». L’allenatore di Nampula, di cui Pallotta ha apprezzato l’ottima capacità di esprimersi in inglese, ha spiegato al magnate di Boston come intende costruire la squadra dal punto di vista del gioco e ha ripetuto quanto già detto martedì nell’incontro a Milano con Petrachi: l’intenzione è quella di parlare con ogni singolo giocatore, mettendo in stand-by per qualche giorno qualsiasi affare in uscita. Il dirigente pugliese ha ascoltato le richieste di Fonseca ed è ora al lavoro per accontentarlo anche in entrata, sempre tenendo ben segnata sul calendario la data del 30 giugno, giorno di chiusura del bilancio. L’ex Shakhtar ora tornerà in patria e partirà poi per le vacanze, pronto a sbarcare a Roma pochi giorni prima del raduno a Trigoria, e del ritiro a Pinzolo, dove mancheranno i nazionali. Nel frattempo ieri in tarda serata i dirigenti sono rientrati nella Capitale, con la speranza di poter ufficializzare al più presto la nomina di Petrachi a direttore sportivo. Si era sparsa la voce di un faccia a faccia milanese con Cairo, ma il ds ha smentito tale ipotesi, confermando però che procedono le manovre per essere liberato dal Torino. Sul fronte mercato le trattative vanno avanti e il presidente del Cagliari Giulini ha confermato l’interesse per Defrel, lasciando aperta qualche flebile speranza giallorossa su Barella. Con l’Inter di Conte i giallorossi hanno in ballo la situazione Dzeko, che avrà bisogno di altro tempo per sbloccarsi prima di arrivare alla fumata bianca. Sempre in uscita va registrata la richiesta del Borussia Dortmund, intenzionato a rilevare Schick in prestito. Infine Ponce va allo Spartak Mosca per 7 milioni di euro. Balzaretti riparte dalla SPAL. Lo riporta Il Tempo.