Pallotta è sotto assedio, “Vendi entro agosto”

Alcuni soci lo spingono ad accelerare le trattative per la cessione della società. E Friedkin aspetta

di Redazione

Il Corriere Dello Sport (G.D’Ubaldo) – Pallotta assiste al ridimensionamento della Roma e continua a pensare di vendere la società prima dell’inizio della nuova stagione. I dirigenti che portano avanti il club tra grandi difficoltà auspicano un rapido passaggio di proprietà. Anche i soci spingono l’americano al disimpegno, alcuni hanno fatto sapere di voler uscire e non partecipare all’aumento di capitale. Il Decreto Liquidità consente a Pallotta di arrivare alla fine del 2020 per completare l’aumento del capitale: mancano 45 milioni, probabilmente aspetterà fino agli ultimi giorni utili.

[irp posts=”638512″]

Friedkin segue la situazione e resta in attesa di sviluppi, ma non ha abbandonato completamente l’idea di prendere la Roma. Alcuni soci americani che hanno affiancato Pallotta nella conduzione della società spingono il presidente alla cessione nel più breve tempo possibile, addirittura entro la fine della stagione il 31 agosto. Dan Friedkin continua ad avere un canale privilegiato, ma si parla anche di altre due cordate americane interessate.