Il Tornatora

Operazione Rinascimento, la Procura dà parere negativo alle istanze di scarcerazione. Lanzalone: “Io alla vicenda dello stadio non ho mai partecipato”. Parnasi a Regina Coeli

di Redazione

Gli inquirenti della Procura di Roma hanno dato parere negativo sulle istanze di scarcerazione od attenuazione delle misure cautelari. Le richieste sono state fatte al gip Maria Paola Tomaselli nell’ambito dell’inchiesta sullo stadio della Roma. Tra gli indagati che hanno presentato la domanda ci sono l’ex presidente di Acea, Luca Lanzalone, e l’ex assessore regionale del Pd, Michele Civita.

Io alla vicenda dello stadio non ho mai partecipato“. Così ha detto Luca Lanzalone, secondo il manoscritto del verbale di interrogatorio di garanzia. L’ex presidente della Acea davanti al gip Maria Paola Tomaselli ha anche spiegato il suo ruolo svolto nel “progetto stadio” di Tor di Valle. Sul punto però non sono state ancora depositate le trascrizioni desunte dalla fonoregistrazione.

L’imprenditore Luca Parnasi è stato trasferito dal carcere di San Vittore, a Milano, al penitenziario di Regina Coeli, a Roma. Il manager al centro dell’inchiesta sul progetto del nuovo stadio di Tor di Valle è finito in cella la scorsa settimana e nell’interrogatorio di garanzia si è avvalso della facoltà di non rispondere. Non è escluso che presto Parnasi possa esser sentito dai pubblici ministeri della Capitale.

askanews