Il Tornatora

Operazione Rinascimento, gli inquirenti non chiederanno il rito immediato per Parnasi, Lanzalone e altri 25 coinvolti

di Redazione

Tempi lunghi per la definizione del procedimento sul nuovo stadio della Roma, a Tor di Valle. Secondo quanto appreso da Askanews, a piazzale Clodio gli inquirenti non sarebbero intenzionati a richiedere il giudizio immediato per il manager Luca Parnasi, l’ex presidente di Acea Luca Lanzalone ed altri 25, nove dei quali raggiunti da ordinanza di custodia cautelare il 13 giugno scorso. I magistrati coordinati dal procuratore capo Giuseppe Pignatone una volta concluso l’esame degli atti e chiariti tutti gli aspetti, compreso l’ulteriore possibile esame di testimoni ed indagati, depositeranno le migliaia di pagine e si appresteranno alla richiesta di rinvio a giudizio. Con la rinuncia all’immediato i pubblici ministeri faranno di fatto ‘scadere’ alcune misure cautelari che ancora erano rimaste in piedi e che verranno meno il 13 settembre prossimo.