Martedì prossimo, alla settima commissione della Camera (cultura, sport, eccetera), si parla di nuovo della legge sugli stadi. Ci sarà anche il ministro dello sport Gnudi, che di recente, più volte, si è dimostrato ottimista. Chissà che dopo anni sia la volta buona. La Roma pensa al suo impianto e avrebbe anche individuato i terreni: sono dalle parte dell’ippodromo di Tor di Valle. A chi è stato fatto notare che si tratta di una zona sotto il livello del Tevere, ha risposto con un’alzata di spalle. Non è un buon segno. Vedremo. Le opportunità sono tante, ci sono altri terreni disponibili (la Massimina, eccetera). Anche Claudio Lotito non ha rinunciato al suo impianto, così come si stanno muovendo Cagliari, Udinese, Napoli, eccetera. Si pensa di giocare anche a Natale, ed è un’ottima idea: ma prima bisognerà davvero sistemare molti stadi.
Repubblica.it – F.Bianchi